Antiche Civiltà
Continenti Perduti
Antiche Divinità
Paranormale
Il Mondo Wicca
Misteri
Vampirismo
Personaggi Storici
Ordini Storici
Le Sette Meraviglie
In Vetrina

 Chat
 Forum
 Le Vostre Esperienze
 Linea del Tempo
Link Utili
Contattaci
Collabora
Staff
Note Legali

CURRENT MOON
moon phases

Gli Antichi Dei Egizi

I culti degli antichi egizi erano moltissimi, e gli dei non furono mai di carattere unitario per tutto l'Egitto. Infatti, ogni città aveva il suo Dio o Dea, e questi venivano inoltre rappresentati in modi diversi: sotto forma di animali, sotto forma di uomini, sotto forma di uomini - animali. Quindi, ogni Dio aveva diverse rappresentazioni ed aveva almeno un tempio a lui dedicato. Il padre di tutti gli Dei era il dio del Sole Ra, che in seguito fu associato ad Amon, Aton ed Horus. Un altro Dio molto importante era Osiride, signore dei morti. Gli dei più importanti appartengono alla famiglia di Ra, di cui potete osservare l'albero genealogico. Qui sotto, invece, ecco tutti gli Dei, dalla A alla Z. Amon è la suprema divinità egizia. Assimilato a Ra, dio del Sole che sorge, veniva rappresentato sotto forma umana con tue alte penne sul suo capo. Era anche il Dio delle oche e degli arieti a corna ricurve. Anubi, Dio dal corpo umano e testa di sciacallo, era il patrono dell'imbalsamazione e il signore delle necropoli. Presiedeva al tribunale dell'oltretomba, utilizzando la bilancia, e secondo il mito fu il mummificatore di Osiride. Apis era il nome di una razza di tori che nascevano a Menfi, distinguibile grazie ad alcune macchie sul dorso e sulla lingua. Tori così non nascevano spesso, e quando uno di essi veniva alla luce era considerato una divinità. Aton fu una delle maggiori divinità egizie. Rappresentato come un disco solare con tantissime braccia e mani, egli fu dichiarato unica divinità dal faraone Akhenaten, ma con la nascita di Tuthankamon la religione tornò politeista. Aton dava luce e calore agli uomini. Bastet era la Dea della gioia e del calore del Sole. Rappresentata come una donna dalla testa di gatto o come un felino, essa era anche la protettrice del faraone. Bes era una divinità minore, rappresentata come un nano con la lingua fuori dalla bocca. Era considerato più che altro una divinità domestica, protettore della casa e, in parte, del lavoro. Geb rappresentava la terra. Era fratello e sposo di Nut, ed era sempre rappresentato con lei sotto forma di uomo, talvolta con disegni di foglie o con un'oca, ideogramma del suo nome, sulla testa. Hator, la dea dalla testa di ariete, era considerata la nutrice del faraone. Rappresentava inoltre la volta celeste. Horus, figlio di Osiride, era rappresentato come un uomo dalla testa di falco, oppure come un rapace. Era una delle divinità principali, e presiedeva all'osservanza di riti e leggi. Secondo gli antichi egizi, il faraone era l'incarnazione terrena di Horus. Il Dio fu di grande rilievo nel mito di Osiride, in quanto fu lui a sconfiggere Seth, Dio del male. Iside, madre di Horus e sposa di Osiride, fu colei che nel mito ricostruì il corpo del marito, che era stato fatto a pazzi dal fratello Seth. La dea rappresentava la compagna - sposa modello, ed era patrona del benessere, delle nascite, dei naviganti e dello stato. Khnum era il Dio dalla testa di toro. Adorato soprattutto ad Elefantina, egli era il guardiano delle sorgenti del Nilo e presiedeva alle inondazioni. Maat simboleggiava l'ordine cosmico, la giustizia e la verità. Rappresentata come una donna con una lunga piuma sulla testa, essa stabiliva il codice del giusto comportamento umano e prendeva parte al tribunale di Osiride mettendo la sua piuma sulla bilancia. Mut, la donna avvoltoio, fu considerata la sposa di Amon. Nefti, figlia di Amon - Ra come Osiride, Iside e Seth, era uno dei due nibbi (l'altro era la sorella), uccelli che gridavano lamenti funebri. Era anche la protettrice dei morti. Nekhbet, dea rappresentata come un avvoltoio o una donna - avvoltoio, era la protettrice del regno e tutte le regine venivano considerate la sua incarnazione terrena. Nut, sposa e sorella del Dio - terra Geb, era la dea del cielo e veniva rappresentata in una posizione ad arco sopra al marito, separata da lui dal vuoto, Shu. Era la madre di tutte le stelle, e secondo il mito le partoriva tutte le sere per divorarle la mattina. Osiride, considerato il primo faraone, era il Dio della vegetazione e dell'agricoltura.Rappresentato come un uomo dalla pelle verde, egli è il padre di Horus ed è il protagonista del mito egizio più famoso (v. "I Miti"). Ptah era il protettore degli artisti e degli artigiani. Aveva le sembianze di un uomo avvolto in una veste molto stretta che lo rendeva simile ad una crisalide o ad una mummia. Essendo molto simile a Osiride, fu associato a lui. Ra, Dio del Sole che sorge, era una delle divinità principali. Veniva considerato il creatore dell'Universo, ed era protettore dello stato e della giustizia. Il Sole era la sua Barca, e con essa lui tutti i giorni attraversava il cielo. La rappresentazione classica lo vede come un occhio molto decorato, mentre, quando fu associato ad Horus, divenne molto simile a quest'ultimo. Sekhmet è un appellativo che significa "la possente". Infatti questa dea, dal corpo di donna e testa di leonessa, era la terribile nemica di chi minacciava il sovrano. Era inoltre la patrona dei medici e dei maghi. Selket fu una dea poco venerata. Era rappresentata sui sarcofagi come uno scorpione dalla testa di donna, oppure come una donna con in testa uno scorpione. Seth, Dio del deserto, delle terre di confine e degli stranieri, era considerato la personificazione del male. Rappresentato come un animale non identificato simile al cinghiale oppure come un uomo con la testa di animale, nel mito egli è il fratello di Osiride ed anche il suo peggiore nemico, che viene poi sconfitto dal nipote Horus. Sfinge è il nome di un animale fantastico, dal corpo leonino e la testa umana o bovina. Considerata la rappresentazione idealizzata del sovrano, la sfinge assumeva una funzione di vigilanza e protezione quando era costruita di dimensioni enormi, come quella di Giza, o quando era disposta lungo i viali, come quelle di Luxor. Shu, rappresentato con le sembianze di un uomo, simboleggiava il vuoto e l'aria che stavano tra il cielo e la terra. Non a caso, nei dipinti lo troviamo mentre solleva Nut, dea del cielo, con ai suoi piedi Geb, marito di Nut e dio della terra. Sobek veniva dipinto come un uomo dalla testa di coccodrillo, oppure come un coccodrillo. Egli era il dio dell'acqua e della fertilità dei campi. Tauert era una dea domestica, cioè adorata in casa e non nei templi. Essa era rappresentata come una femmina gravida di ippopotamo, ed assisteva tutte le donne, dalla regina alla contadina, durante la nascita dei loro figli. Toth veniva rappresentato come una scimmia o come un uomo dalla testa di ibis, un uccello dal becco molto lungo. Era il dio della scrittura e del colcolo, e come tale patrono degli scribi e dei geometri. Nel tribunale dell'aldilà egli aveva il compito di annotare tutto - il nome del faraone, il peso del cuore, gli esiti dell'esecuzione - e, attraverso i geroglifici, aveva anche il controllo della magia e dei maghi.

Divinità Egizie
Divinità Maya
Divinità Azteche
Divinità Etrusche
Romane
Greche

ilportaledeltempo.it © 2019


Ideato da:
AxuriavonLionel
WebDesign & Script:
MiPnamic