Antiche Civiltà
Continenti Perduti
Antiche Divinità
Paranormale
Il Mondo Wicca
Misteri
Vampirismo
Personaggi Storici
Ordini Storici
Le Sette Meraviglie
In Vetrina

 Chat
 Forum
 Le Vostre Esperienze
 Linea del Tempo
Link Utili
Contattaci
Collabora
Staff
Note Legali

CURRENT MOON
moon phases

Misteri

I Miracoli Di Saint-Medard

a cura di Alberto Rossignoli

Tra il 1727 e il 1723, nel cimitero adiacente alla chiesa di Saint-Mèdard, a Parigi, accaddero eventi totalmente irrazionali e apparentemente senza spiegazione logica alcuna; tuttavia una cosa è certa: esiste una documentazione che comproverebbe la veridicità di quanto ivi avvenuto. Tutto ebbe inizio nel maggio 1727, al funerale del diacono parigino Francis, responsabile di miracolose guarigioni e sul quale aleggiava fama di santità. Alla cerimonia accadde un fatto alquanto strano, il primo di una lunga catena: improvvisamente un ragazzo storpio fu colto da una violenta crisi convulsiva e, quando questa cessò, riuscì a rialzarsi con le sue gambe; non solo, nei giorni seguenti,suo padre notò che l'arto malato aveva preso lo stesso aspetto dell'arto sano, nonché la normale funzionalità fisiologica. Prevedibilmente, la notizia si diffuse rapidamente e, in breve tempo, il luogo divenne meta di paralitici,storpi, gobbi,lebbrosi, ciechi. E si registrarono guarigioni miracolose. I Gesuiti misero in guardia la popolazione sul fatto che queste potevano essere opere del demonio.

Uno di coloro che considerò il caso con maggiore attenzione fu un avvocato di nome Louis Adrien de Paige. Inizialmente parlò della questione al magistrato (e amico) Louis Basile Carrè de Montgeron il quale, seppur dapprima scettico, decise di accompagnare l'amico alla chiesa in questione, non foss'altro che per scoprire quale raggiro ci fosse sotto. Una volta giunti al luogo, la prima cosa che videro fu un gruppo di donne, vestite di un lungo abito, in preda a spasmi convulsivi. Gli addetti al complesso ecclesiastico le picchiavano con verghe di metallo o legno, altre stavano coricate a terre, portando enormi pesi sul corpo. Una giovane donna si lasciava pizzicare i capezzoli con delle pinze metalliche senza manifestare il minimo segno di dolore. Le due cose sconcertanti erano che le torturate sollecitavano i maltrattamenti, dopo dei quali un gran numero di loro era risanata dai suoi mali. Addentrandosi nel perimetro del luogo, i due magistrati assistettero a un altro strano spettacolo: una ragazza, non più che diciottenne, seduta ad un tavolo, mangiava tranquillamente, senza manifestare ribrezzo alcuno, degli escrementi umani accompagnati da bevute di urine. Seppero poi che il soggetto in questione era stato condotto in quel luogo per guarire da una nevrosi: non accettava nessun cibo datole da mani altrui, per cui era spinta a lavarsi le mani molto spesso. Ma non finisce qui: dopo ogni pasto del genere, la ragazza zampillava del latte di mucca dalla bocca.

In un'altra parte del sito, un gruppo di donne ripuliva (con successo) ferite purulente con la lingua. Vi era poi una ragazza di sedici anni che suscitò grande stupore nei due magistrati. Il perché è presto detto. Accompagnata da quattro uomini che portavano delle barre di ferro appuntite. Tutti e quattro tentarono di piantarle gli arnesi nello stomaco ma, per quanta forza ci mettessero, non ne erano capaci; ma la cosa più sconcertante è che la ragazza non mostrava il benché minimo segno di dolore, anzi,sorrideva, e non vi era traccia alcuna di sangue. Tentarono poi di piantare le sbarre nel mento della ragazza, ma inutilmente. Presero poi delle pale metalliche affilate sul bordo e, premendole con forza sul petto della giovine, si notò la stessa assenza di ferite,sangue, dolore; stessa cosa quanto posero uno di quegli arnesi metallici sulla gola.

In seguito la ragazza fu picchiata selvaggiamente con un grosso manganello metallico e venne fatto cadere sul suo corpo, da una certa altezza, un peso di circa 25 Kg, senza che tutto questo provocasse la benché minima ferita o il minimo segno di dolore. Stessa cosa con il fuoco: la ragazza non si scottava minimamente. Tuttavia i due magistrati preferirono andarsene quando la ragazza stava per inghiottire un tizzone ardente,ritenendo di non riuscire a reggere alla vista di tale spettacolo. Visitarono altre volte la chiesa e raccolsero una ingente quantità di materiale, tanto che se ne scrisse un poderoso dossier che Montgeron, pensando di ingraziarsi il sovrano, ne fece dono a Luigi XV. Le cose andarono in modo completamente diverso: il re rimase alquanto scosso da quanto riportato e, indignatosi, fece incarcerare Montgeron. Quest'ultimo, tuttavia, non si arrese e,uscito di prigione, pubblicò molto altro materiale sul luogo in questione. Nel 1732, le autorità parigine decisero di chiudere il cimitero; tuttavia non tennero conto del fatto che i "miracolati" si resero conto di poter ripetere i fenomeni anche in altri luoghi. Lo scienziato La Condamine, inizialmente scettico come Montgeron, cambiò radicalmente opinione dopo aver assistito alla crocifissione di una ragazza:alla rimozione dei chiodi si osservava un regolare sanguinamento tuttavia, e questo appariva strano, le generali condizioni della giovane non erano assolutamente critiche. Cosa è successo a Saint-Medàrd? Suggestione di massa? Follia di massa? Miracoli? Degno di nota è il parallelo con i rituali di dervisci e fachiri. Unica cosa certa è che, nelle menti delle "miracolate" si è attivato qualcosa che ha pesantemente condizionato il corpo e, in generale, la materia,per cui, dando per buona questa visione, non siamo nel campo della miracolistica e del religioso, bensì della parapsicologia.

Fonti:

Colin e & Damon Wilson, "Il grande libro dei misteri irrisolti", edizioni Mondolibri, Milano 2003

Anticristo
La fine del Mondo
Arca Perduta
Eldorado
Fatima
I disegni di Nazca
La fontana Angelica
Il Diluvio Universale
Il Sacro Graal
Coral Castle
Il mito di Hiram
Tempio di
Gerusalemme

Macchu Picchu
Ooparts
Teotihucan
Il Mistero dei Templari
La maschera di Ferro
I due presidenti
Il Mistero di Amityville
Le Serpent Rouge
Le Profezie del Ragno Nero
Le impronte del Diavolo
La Cripta delle Barbados
Luci e ombre della cultura afroamericana
Thule paradisiaco luogo di segreti
John Titor, il Crononauta
Un Oscuro Autunno Caldo nella Londra Vittoriana
I Misteri dei Mortali Strumenti di Vita
La Sfavillante, Oscura Luce della Regina di Roma
Telecomando di esseri Umani nell'Ex Urss
Le Corbellerie
Un Eroe del Male nel Male del 18° Secolo
Il Delitto Basa
I Miracoli Di Saint-Medard
L'oscuro Dispotismo
La Strage dei Vincitori Perdenti
Il libro di Oera Linda
L’Oscuro Luogo delle Tempeste...
Il Navigatore Immortale
I Beati Paoli
I Re del Mare
La Mummia di Similaun
2012: Apocalisse Annunciata
I misteri di don Bosco
Le lacrime della Madonna
Piogge anomale
Il culto delle immagini acheropite in Italia
L'Eroica Resistenza di Gaeta
La misteriosa scomparsa di Glenn Miller
Criminali di Guerra in Italia e nel Mondo
Napoli: una Città da un Glorioso Passato
Il Piccolo Mondo
Il Caso Robert Toth
Romanov: giallo quasi risolto
Personalità Multiple
Sesto Senso
L'avvelenamento di Mozart
Radiazioni all'ambasciata statunitense a Mosca
Nikolas Tesla e la cospirazione contro l'energia perpetua
Fusione fredda: una lucente speranza dell'umanità oscurata
Una Lourdes in Lombardia
Il mistero di Christopher Marlowe
Il mistero di Paul McCartney
I Misteri dei Mortali Strumenti di Vita
Ingenua Navigatrice in un Mare d'Intrighi Insanguinati
Brian Weiss a proposito del mistero della vita oltre la vita
La società patriarcale e la Dea Madre
L’isola…che non c’è!
Enrico Mattei: incidente? Attentato?
L’inquieta presenza di Isabella di Morra
Tarante, tarantati, tarantismo
Federico Caffè come Ettore Majorana: due misteriose scomparse
La Danza della piccola Taranta
Una città sommersa nell’Adriatico?
Gli Indoeuropei: chi erano?
Gesù e Mithra
La tomba incompiuta
Tesori Nascosti
Le epidemie nella storia: un’introduzione
Chi Resuscita...
Bronzi di Riace
L’isola Robinson Crusoe
Il culto di Ercole in Italia
A proposito di “anima”: una cronistoria
Le Icone Religiose che Sanguinano e Piangono
Un caso di possessione dimenticato

ilportaledeltempo.it © 2019


Ideato da:
AxuriavonLionel
WebDesign & Script:
MiPnamic